L’Italian Green Road Award premia le migliori Vie Verdi nazionali

Quest’anno si è tenuta la prima edizione dell’Italian Green Award, il riconoscimento ufficiale che premia le Vie Verdi italiane più belle e meglio organizzate per le due ruote. Il Belpaese è ricco di questi percorsi, e l’intento del premio è quello di valorizzarli, anche come fonte economica: a livello europeo le grandi piste ciclabili generano infatti un fatturato di tutto rispetto, basti pensare che quella del Danubio rende ben 71 milioni di euro ogni anno.

Ma quali sono le vie vincitrici per l’anno in corso? Sono tre e si trovano in Umbria, Veneto e Liguria.

Prima in assoluto è la ciclabile Assisi-Spoleto-Norcia, nel cuore verde dell’Umbria, costituita da 102 km incastonati tra incantevoli paesaggi e borghi della Valle Umbra, in parte lungo il tracciato dell’ex ferrovia Spoleto-Norcia. Questa ciclabile è stata realizzata grazie a importanti recuperi infrastrutturali e consente di scoprire luoghi di culto, siti storici, paesaggi incontaminati, argini fluviali.  La giuria ha scelto di assegnarle il primo premio perché il suo suggestivo tracciato valorizza una zona poco conosciuta e strutturata, ma con enormi potenzialità cicloturistiche.

Seconda in classifica è la ciclabile Dolomiti-Venezia, in Veneto. 191 km  che separano Cortina da Venezia su strada ciclabile. Questa ciclovia nasce in ambiente protetto nel Parco Regionale delle Dolomiti d’Ampezzo, correndo per 50 km sulla linea abbandonata della vecchia ferrovia e poi fino al lago di Santa Croce, tra boschi e sentieri all’interno del territorio più a Nord del Veneto. Dalle Dolomiti all’Adriatico il percorso è interamente segnalato.

Terza classificata la Cycling Riviera, in Liguria. Lunga solo 24 km, questa bella ciclabile si snoda lungo la dismessa ferrovia Genova-Ventimiglia e rappresenta un modello virtuoso di recupero e il migliore esempio di come si realizza una pista ciclabile ai giorni nostri. La ciclovia, infatti, ha una larghezza media di 5,5 metri, doppio senso di marcia per ciclisti, corsia dedicata ai pedoni. Lungo il suo tracciato si trovano 5 punti di ristoro, 7 punti di noleggio biciclette e manutenzione dei mezzi, fontane d’acqua, segnaletica verticale e trialsystem. La galleria museo che celebra la storia della Milano-Sanremo è il fiore all’occhiello di questo percorso ciclabile che, attraversando Sanremo, Arma di Taggia, Riva Ligure e Costarainera collega Ospedaletti con San Lorenzo al Mare.

Premi speciali della stampa sono stati conferiti alla Toscana con la Francigena; menzione speciale all’Alto Adige con la ciclabile Claudia Augusta e al Trentino per la Valle dell’Adige.

Il premio mobilità sostenibile è andato alla Bicipolitana di Pesaro, nelle Marche, con l’augurio che il modello di metropolitana in superficie su due ruote si diffonda presto in tutta Italia.

Image credit by:  www.laspoletonorciainmtb.it