SULLO ZONCOLAN LUI HA GiA’ VINTO

(Zaral Virgolin nella foto Mediolanum).

 

C’è qualcuno che sullo Zoncolan ha già vinto, ci è salito dopo essere tornato alla vita. Lui si chiama Zaral, friulano, terra di confine che sa tanto di storia.  Non una persona qualunque, ma un “survivor”, uno che ha battuto un tumore, ma non è rimasto indenne da ferite. Senza una gamba però si può vivere e si possono affrontare sfide inimmaginabili per molti, e forse, un tempo anche per lui. Non è la forza fisica il suo punto di forza, ma quella interiore. Una sorriso disarmante e tanta voglia di vivere, quella di chi sa che il tempo è prezioso e non va sprecato.

Sullo Zoncolan lui ci è già salito, e ci salirà anche oggi, aspettando si sapere se il vincitore della tappa del Giro sarà Yates o un altro scalatore. Difficilmente dagli attuali Aru o Froome.

E’ lui stesso che spiega l’essenza del ciclismo e dello scalare le montagne tant’è che  è appena finito dentro a un libro edito da Banca Mediolanum.

“Per me pedalare è una preghiera. La bici mi ha fatto ritornare ad essere un bambino normale quando persi una gamba a causa di un cancro. Il ciclismo fu il primo sport che ripresi, con un pedale adattato per permettermi di pedalare con la protesi. All’inizio pensavo di non farcela e poi non sono più sceso. Ogni giorno dell’anno io pedalo, e non è solo uno sport ma è tornare a essere un ragazzo normale. All’inizio andavo con i pantaloni lunghi perché mi vergognavo di mostrarmi. Poi col caldo estivo sono stato costretto a mettere i pantaloni corti e vedevo come fossero sorpresi. Lì ho capito che non dovevo vergognarmi della mia storia ma esserne orgoglioso. Il bello è che nel mondo siamo tanti e di ogni genere diverso, ognuno ha una sua storia, e questa varietà è un tesoro”

 

Scarica Sport Plus Health

 

ARRIVO — 1. Elia VIVIANi (Quick-Step Floors) 180 km in 3.56’25’’, media 45,68 km/h; 2. Bennett (Irl); 3. Van Poppel (Ola); 4. Modolo; 5. Gibbons (S.Af); 6. Drucker (Lus); 7. Belletti; 8. Venturini (Fra); 9. Planckaert (Bel); 10. Debusschere (Bel); 31. Pozzovivo; 34. S. Yates (Gb); 35. G. Bennett (N.Zel); 39. Dumoulin (Ola); 42. Pinot (Fra); 52. Aru; 59. Lopez (Col); 65. Froome (Gb); 69. Carapaz (Ecu).
CLASSIFICA — 1. Simon YATES (Gb – Mitchelton-Scott); 2. Dumoulin (Ola) a 47’’; 3. Pinot (Fra) a 1’04’’; 4. Pozzovivo a 1’18’’; 5. Carapaz (Ecu) a 1’56’’; 6. G. Bennett (N. Zel) a 2’09’’; 7. Dennis (Aus) a 2’36’’; 8. Bilbao (Spa) a 2’54’’; 9. Konrad (Aut) a 2’55’’; 10. Aru a 3’10’’; 11. Lopez (Col) a 3’17’’; 12. Froome (Gb) a 3’20’’.